PSICOMOTRICITA’

Progetto rivolto in modo specifico ai bambini dai 3 ai 6 anni per aiutarli nel loro normale percorso evolutivo, attraverso il gioco vissuto singolarmente o in gruppo.

PSICOMOTRICITA’ E’ un’attività che va ad integrare l’esperienza educativa e rappresenta per i bambini un’occasione per parlare di sé, della propria interiorità attraverso il corpo e il movimento che sono le vie privilegiate di espressione tra i 3 e gli 8 anni. La psicomotricità a volte viene confusa con l’attività motoria, ma in realtà non prevede degli esercizi da svolgere o un adulto che chieda ai bambini di fare delle cose nello specifico, piuttosto il bambino viene lasciato libero di agire e di portare nella stanza di psicomotricità quello che più desidera di se stesso, con l’obiettivo di aiutare il bambino a costruirsi e rinforzare l’immagine di sè, di favorire i processi di rassicurazione (in merito a paure ed angosce) ed infine con l’obiettivo di favorire i processi di decentramento tonico-emozionale, cioè dal piacere di agire al piacere di pensare. A volte la psicomotricità viene confusa anche con il gioco libero, che è fondamentale per lo sviluppo del bambino, però la pratica psicomotoria non è gioco libero, perché prevede un contesto specifico in cui ci sono degli obiettivi, un dispositivo spaziale e temporale e un’attitudine dello specialista che va ad operare con i bambini.